San Pio da Pietrelcina: “Io non mi sono mai pentito della dolcezza usata, ma mi sono sentito un rimorso di coscienza e mi sono dovuto confessare, quando ho usato un po’ di durezza. Però, quando dico mitezza, non dico quella che lascia tutto andare. Quella no! Ma intendo quella che rende dolce la disciplina, la quale non va mai trascurata.

Padre-pio-confessionale-

San Pio da Pietrelcina

Io non mi sono mai pentito della dolcezza usata, ma mi sono sentito un rimorso di coscienza e mi sono dovuto confessare, quando ho usato un po’ di durezza. Però, quando dico mitezza, non dico quella che lascia tutto andare. Quella no! Ma intendo quella che rende dolce la disciplina, la quale non va mai trascurata.

Quando risulta necessario – anche con passi indietro“. Bene Santità, inizi da Amoris Laetitia. E necessario!

Quando risulta necessario – anche con passi indietro“.
Bene Santità, inizi da Amoris Laetitia. E necessario!

E soprattutto, chi ha suggerito di scrivere in Amoris Laetitia: “Apprezzo il femminismo quando …“, sia spedito a dir Messa in zone artiche!.

Il perchè non c’è bisogno che lo spieghi, nè necessita di particolari “esercizi spirituali” comprenderne la ragione.

Sant’Agostino: “Per la salvezza del gregge egli [Pietro] seppe accettare volentieri un simile rimprovero, anche se a lui rivolto da un pastore di grado inferiore.

paolo_riprende_pietro_guido_reni

Dopo la sua venuta in Antiochia fu rimproverato da Paolo, ma la causa del rimprovero non fu perché egli si atteneva alle costumanze giudaiche, cioè del popolo nel quale era nato ed era stato educato, anche se poi non le rispettava quand’era fra i pagani.

Fu rimproverato perché tali costumanze egli voleva imporle ai pagani, a ciò indotto dalla presenza di alcuni, provenienti da Giacomo, cioè dalla Giudea e dalla Chiesa di Gerusalemme, presieduta da Giacomo.

Costoro erano ancora convinti che la salvezza dipendesse dalle pratiche legali, e Pietro, impaurito dalla loro presenza, evitava di frequentare i pagani, mostrando con la sua ambiguità d’essere d’accordo nell’imporre ai pagani i pesi di quell’asservimento legalistico. Ciò appare abbastanza chiaramente dal rimprovero di Paolo. Non dice infatti: Se tu, che sei un giudeo, vivi alla maniera dei pagani, come fai a tornare alle costumanze giudaiche?, ma dice: Come fai a costringere i pagani a vivere da giudei?

L’avergli poi rivolto il rimprovero alla presenza di tutti è perché vi fu costretto dalla necessità. Dal suo rimprovero infatti doveva essere sanata l’intera comunità, e pertanto correggere in segreto un errore palesemente nocivo sarebbe stato del tutto inutile.
Da notarsi inoltre la maturità spirituale e il progresso nella carità raggiunti da Pietro, cui dal Signore era stato detto per tre volte: Mi ami tu? Pasci le mie pecore.

Per la salvezza del gregge egli seppe accettare volentieri un simile rimprovero, anche se a lui rivolto da un pastore di grado inferiore. E in effetti colui che veniva rimproverato desta più stupore e rimane più difficile a imitarsi che non colui che lo rimproverava. In realtà è abbastanza facile scorgere il difetto da correggere nell’altro e intervenire con parole di disapprovazione o di rimprovero perché si corregga.
Correggere l’altro infatti è certamente più facile che non vedere in te stesso cosa tu abbia da correggere, e accettare di buon animo la correzione, anche se fatta da te stesso, peggio poi se te la faccia un altro, per di più inferiore, e te la faccia alla presenza di tutti.

Il comportamento di Pietro ha pertanto valore come grande esempio di umiltà, che è il sommo dell’ascesi cristiana in quanto con l’umiltà si tutela la carità, mentre nulla più della superbia ha potere di demolirla.

Per questo non disse il Signore: «Prendete il mio giogo e imparate da me, poiché io risuscito i morti da quattro giorni e li fo uscire dal sepolcro o perché scaccio dal corpo dell’uomo ogni sorta di demoni e guarisco tutte le malattie», e così di seguito; ma disse: Prendete il mio giogo e imparate da me che sono mite ed umile di cuore.

(Sant’Agostino, Esposizione sulla lettera ai Galati, 15)

Dal bel blog Cum Grano salis

Domanda reiterata: Che fine ha fatto la “sporcizia nella Chiesa” ?

sporcizia nella chiesa

Che fine ha fatto la “sporcizia nella Chiesa” ?

Che fine ha fatto la “lobby gay” ?
Che fine hanno fatto i pedofili ?
Che fine hanno fatto gli “affaristi” ?
Che fine hanno fatto i “ladri o malversatori” ?
La “chiesa povera per i poveri” dove sta (Che state a piangere sempre a denari, mentre con i soldi dell’8xmille si costruiscono dei ce… (hem), degli obbrobri detti “chiese”, indecenti anche per l’estetica di un garage…)?

Tutto lo “sporco” è stato nascosto sotto il tappeto?

Ma soprattutto: Quando finiremo di sentire i vuoti slogan, i buongiorno buonasera buonanotte arrivederci e passa?

Ma la notte NO (che bello quelli che si “ricordaNO” :-)) #renzicisiamoricordati

🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 Ci siamo ricordati, ci siamo ricordati… 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂

Ogni giorno la vita
e’ una grande corrita
ma la notte NO  🙂
Ogni giorno e’ una lotta
chi sta sopra e chi sotta
ma la notte NO  🙂
Il mattino e’ un po’ grigio
se non c’e’ il dentifrigio
ma la notte NO  🙂
tu ti guardi allo specchio
e ti sputi in un ecchio
ma la notte NO  🙂
Poi comincia il lavoro
e dimentichi il cuoro
ma la notte NO  🙂
parli sempre e soltanto
delle cose importanto
ma la notte NO  🙂
e ti perdi la stima
se non trovi la rima
ma la notte NO  🙂
ti distrugge lo stress
e dimentichi il sess
ma la notte NO  🙂
che stress
che stress
che stress di giorno
ma la notte NO  🙂
che stress
che stress
che stress di giorno
ma la notte NO  🙂
che stress
che stress
che stress di giorno
ma la notte NO  🙂
che stress
che stress
che stress di giorno
ma la notte NO  🙂
Giorno
mi tormenti cosi’
Giorno
mi fai dir sempre si 😦
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte NO  🙂
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte NO  🙂
Lo diceva Neruda
che di giorno si suda
ma la notte NO   🙂
rispondeva Picasso
io di giorno mi scasso
ma la notte NO   🙂
e per questa rottura
non si trova la cura
ma la notte NO   🙂
il morale s’affloscia
la pressione
s’ammoscia
ma la notte NO   🙂
S’ammoscia
s’ammoscia
s’ammoscia di giorno
ma la notte NO   🙂
S’ammoscia
s’ammoscia
s’ammoscia di giorno
ma la notte NO   🙂
S’ammoscia
s’ammoscia
s’ammoscia di giorno
ma la notte NO   🙂
S’ammoscia
s’ammoscia
s’ammoscia di giorno
ma la notte NO  🙂
Giorno
mi tormenti cosi’
Giorno
mi fai dir sempre si 😦
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte NO  🙂
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte NO  🙂
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte NO  🙂
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte NO  🙂
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte NO  🙂
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte NO  🙂
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte NO  🙂
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte NO  🙂
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte NO  🙂
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte
ma la notte NO  🙂

🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 Ci siamo ricordati, ci siamo ricordati… 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂

Caro Monsignore, io metto in dubbio Amoris Laetitia, Evangelii Gaudium; le Omelie al Santa Marta, i Discorsi e le Interviste di papa Francesco. Che fate, mi togliete il Battesimo? Tremo tutto dalla paura…

pila_di_calzini_bianchi calzini_bianchi

Caro Monsignore, io metto in dubbio Amoris Laetitia, Evangelii Gaudium; le Omelie al Santa Marta, i Discorsi e le Interviste di papa Francesco. Che fate, mi togliete il Battesimo? Tremo tutto dalla paura…

Metti: il papa che non è una cima, uno stuolo di lecca calze e mezze calzette, una stampa ideologizzata. Il risultato è la scandalosa confusione totale attuale dove non si capisce nulla!

Francesco ride san pietro cristo compagnone

Suggestiva immagine in cui sono ritratti Tarallucci e Vino

Suggestiva immagine in cui sono ritratti Tarallucci e Vino

 

 

 

 

 

 

 

Metti: il papa che non è una cima, uno stuolo di lecca calze e mezze calzette, una stampa ideologizzata. Il risultato è la scandalosa confusione totale attuale dove non si capisce nulla!

 

 

fulmine-su-cupola-sanpietro