La spiritualità

Dunque…
mi sono chiesto: chi si accosta a questo blog che idea ne ha o può farsene?
Premettendo che i visitatori di questo blog giornalmente sono nell’ordine di grandezza delle decine, anche se spesso ultimamente capita che siano nell’ordine delle centinaia; premettendo che era ed è mia intenzione fare di questo blog un blog “di nicchia” ; premettendo ancora che, riconosco,  effettivamente chi approda su questo blog può avere difficoltà a intuire -e questo non certo per colpa sua- cosa questo blog possa o voglia essere o rappresentare -ed il titolo e il genere degli articoli che apparentemente non seguono una linea armonica effettivamente poco aiuta in ciò- vengo all’affermazione che mi preme maggiormente fare:
Questo blog vorrebbe essere un blog dedicato alla spiritualità, con tutti gli ovvi limiti della spiritualità del curatore medesimo.
Ma, cos’è la spiritualità? Sembrerebbe semplice rispondere…
Preferisco però per la risposta servirmi di ciò che Cathopedia, l’enciclopedia cattolica online dà a tale domanda:

Tratto da Cathopedia:

Spiritualità

Da Cathopedia, l’enciclopedia cattolica

Spiritualità indica, nel linguaggio della teologia contemporanea, uno stile di vita, originato e derivato dall’esperienza religiosa personale, vissuto nel concreto della propria esistenza, in una prospettiva soprannaturale a lungo termine.

I contenuti oggettivi della spiritualità sono quelli della rivelazione cristiana, dei dogmi, della liturgia e dei documenti del magistero della Chiesa; le modalità soggettive con cui quei contenuti sono vissuti nel concreto dell’esistenza provengono dalla vita interiore del credente, di colui che prega e cerca continuamente la volontà di Dio su di lui.

La spiritualità intesa come stile di vita diventa progressivamente una cultura, una interpretazione globale del proprio mondo. L’esperienza dello Spirito Santo è sempre accompagnata da una qualche riflessione, più o meno attrezzata e sistematica. L’esperienza dello Spirito plasma così non solo il comportamento individuale e comunitario ma anche tutte le espressioni del credente, come l’arte, la politica, l’ambiente, l’impegno sociale.

  « Per il credente è un imperativo rendere conto della sua esperienza religiosa, intesa come presenza vissuta e incontro di comunione con Dio; il credente deve cioè dimostrare che la sua fede non è un’arida astrazione, ma costituisce un tessuto connettivo di vita; deve in qualche modo ripetere con A. Frossard: “Dio esiste io l’ho incontrato”, pena la privazione di ogni forza convincente nella sua testimonianza. »
 

Voci correlate

Collegamenti esterni

  • Testi classici della spiritualità cattolica

Fonte originale Cathopedia, l’enciclopedia cattolica

Ecco questo è quello che mi premeva dirvi, sperando d’aver fugato ogni eventuale dubbio.

One thought on “La spiritualità

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...