Il Documento sulla “fratellanza umana” firmato dal papa ad Abu Dhabi contiene quella che “tecnicamente” potrebbe essere considerata una eresia: “Il pluralismo e le diversità di religione, di colore, di sesso, di razza e di lingua sono una sapiente volontà divina, con la quale Dio ha creato gli esseri umani.” Tecnicamente questa potrebbe essere considerata una eresia! E cozza contro ogni più elementare logica!

Premessa fondamentale: anche il SATANISMO è una RELIGIONE a tutto gli effetti. I “Satanisti” credono in Satana quale spirito “divino”, hanno i loro sacerdoti, i loro credenti in Satana e svolgono il loro Rito, si dice, addirittura con “Ostie Consacrate”. Fine premessa che già la dice lunga…


Sconcertante che il papa abbia potuto sottoscrivere questo concetto:

Il pluralismo e le diversità di religione, di colore, di sesso, di razza e di lingua sono una sapiente volontà divina, con la quale Dio ha creato gli esseri umani.

Questa “novità-poichè di novità si tratta, in quanto non ha radice alcuna nè nella Scrittura e nè nella Tradizione- è contenuta nel Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune firmato dal papa ad Abu Dhabi.
ASSOLUTAMENTE SCONCERTANTE! 
Assolutamente sconcertante poi, il fatto che il papa affermi, sul volo di ritorno dall’aereo, che tale documento sia stato letto ed approvato dal “teologo della Casa Pontificia. Sconcertante!

Cioè io dovrei credere, secondo il papa, che la “sapiente volontà divina” ci ha creati per “la diversità di religione“?
A me questa risulta una “novità” che non ha radice alcuna nè nella Scrittura e nè nella Tradizione. E da quel che ne so, nella religione cattolica non si possono introdurre novità che non appartengono al patrimonio di fede, scritturistico e della Tradizione; introdurre “novità” in ambito teologico potrebbe essere considerato “tecnicamente”, con l’occhio freddo della teologia, che non ammette “novità“, una eresia. Si possono dire cose vecchie in modo nuovo questo si, ma “novità” non se ne possono introdurre.

E Gesù Cristo -che è Dio, Seconda Persona della Santissima Trinità- che è venuto a fare a morire sulla Croce?

E che ne facciamo caro papa del Vangelo che afferma:

“Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna. Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo si salvi per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio.”

E che ne facciamo caro papa del Vangelo che afferma:

“Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo.”

Cestiniamo Nostro Signore Gesù Cristo ed il Vangelo? Ma caro papa, io non metto la mia Fede nè la mia ragione sotto i miei piedi e le calpesto!

Se usiamo la semplice ragione e la logica applicata a quella frase, Dio ci ha creati rallegrandosi del fatto che poi sarebbe venuto Maometto e si è fatto l’Islam( Con relativi massacri tra cristiani e musulmani)?
Rallegrandosi che sarebbe venuto Lutero e vai col luteranesimo (con relativa guerra dei Trent’anni e massacri tra luterani e cattolici)? E cosi via per Buddismo animismo etc.

Ma quello che sconcerta è che il papa dovrebbe sapere che:

ANCHE IL SATANISMO E’ UNA RELIGIONE! A TUTTI GLI EFFETTI UNA RELIGIONE! Credono in Satana quale spirito “divino”, hanno i loro sacerdoti, i loro credenti in Satana e svolgono il loro Rito, si dice addirittura con “ostie consacrate”. Ma ci rendiamo conto della assurdità della affermazione!

Cioè Dio ci ha creati per la diversità di religione con i relativi satanisti che, si dice in giro, compiono il loro culto utilizzando Particole Consacrate? 

La gente dice argomenti, confutazioni. Ma quali argomenti e confutazioni

qui si è perso “lo ben dell’intelletto”!

Qui si è perso il più elementare senso teologico, si è persa ogni elementare logica. La ragione si è andata a nascondere dalla vergogna di sentire certe “novità, che tecnicamente, con il freddo occhio della teologia èptrebbe essere considerata eresia, spacciate per conquiste!

Cioè il papa confonde, scambia, l’elementare concetto della “tolleranza religiosa” e della “libertà religione” concetti già definiti, con questa assoluta novità: “Il pluralismo e le diversità di religione … sono una sapiente volontà divina”?

Cioè si scambiano i più elementari fischi per fiaschi?


B
asta!Basta! Basta! Si rientri nei ranghi, e la si smetta di mischiare il grano col loglio! Fatelo per cortesia, fatelo per carità…

 

Annunci

4 pensieri su “Il Documento sulla “fratellanza umana” firmato dal papa ad Abu Dhabi contiene quella che “tecnicamente” potrebbe essere considerata una eresia: “Il pluralismo e le diversità di religione, di colore, di sesso, di razza e di lingua sono una sapiente volontà divina, con la quale Dio ha creato gli esseri umani.” Tecnicamente questa potrebbe essere considerata una eresia! E cozza contro ogni più elementare logica!

  1. Sono rimasto abbastanza scandalizzato da quel documento.

    Il problema principale è il riferimento alla creazione. Una cosa è dire che Dio, DOPO il peccato originale e l’ingresso del male nel mondo, PERMETTE le altre religioni, nello stesso senso in cui permette il male (che come insegna Agostino è un minor bene) inglobandolo in un disegno finalizzato a un bene più grande. Poi, al momento giusto, offre la rivelazione definitiva del cristianesimo che è l’unica religione “vera” ovvero, per meglio dire, “pienamente vera” e dunque deve essere annunciata e proposta ad ogni essere umano. DEVE essere proposta, per diretto ed esplicito mandato divino.
    Ma dire invece “la diversità di religioni è una sapiente volontà divina con la quale Dio ha creato gli esseri umani” è tutta un’altra cosa. Quel riferimento alla creazione è errato perché implica che la differenza di religioni sia un bene in sé, proprio nel piano originario di Dio, ancora prima del peccato originale. Se Dio VUOLE (non “permette”, ma proprio “vuole”) la differenza di religioni, allora Cristo non è la risposta definitiva e totale. Allora ci sono uomini a cui Dio non offre il cristianesimo, e per Dio stanno bene così. Allora Cristo ha sbagliato quando ha detto di andare e convertire tutte le genti. Oppure hanno sbagliato i Vangeli (eh, non c’era il registratore).

    Un conto è dire, come dice il CV2 e il magistero dei papi postconciliari, che la libertà religiosa è giustificata non come diritto all’errore bensì come libertà dell’errante. Ovvero il musulmano va lasciato libero di essere tale, non perché sia un bene in sé l’essere musulmano, ma perché non gli si può imporre la fede cattolica (ma gliela si deve proporre; imporre no, ma proporre sì).
    Un altro conto è dire, come fa il Papa (anche nella successiva intervista volante che attribuisce al CV2 qualcosa che il CV2 non ha mai detto ) che la libertà religiosa implichi la giustificazione in sé, come cosa buona, dell’altra religione. Questa è un’assurdità, anzi, come diceva la Mirari Vos, un “delirio”.

    In pratica, il Papa dà ragione ai lefebvriani quando essi sostengono (erroneamente) che il Concilio Vaticano II approvi la nozione liberalmassonica della libertà religiosa. Bel risultato.

Rispondi a sircliges Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...