Manca un mese all’inizio del Sinodo. Preghiamo e affidiamoci alla Vergine Maria vincitrice di tutte le eresie

ladonnaeildrago1Tu sola cunctas haereses interemisti in universo mundo

Tra un mese, il quattro ottobre, inizia il Sinodo dei Vescovi sulla famiglia.
Il Santo Padre Francesco ha voluto questo Sinodo e che si parlasse in esso “liberamente” di tutto quanto riguarda la famiglia.
Io non voglio, e non posso, tacere il fatto che al precedente Sinodo Straordinario del 2014 si è andati ben oltre ciò che riguarda “propriamente” la famiglia, discutendo anche di ciò che nulla ha a  che vedere con il concetto di “famiglia” in senso cattolico.
Nè posso tacere il fatto che al Sinodo che si svolgerà verranno portate “opinioni” e tesi, che definire erronee è un eufemismo: esse sono delle vere e proprie “ERESIE“.
Fermo restando il dovuto rispetto verso le persone con tendenze omosessuali e per le loro situazioni di sofferenza, il solo pensare di poter benedire unioni di persone dello stesso sesso è una ERESIA, farlo è una cosa riplorevole, contrario alla Dottrina Cattolica e chiedo che il Papa intervenga e faccia chiarezza, prendendo i debiti provvedimenti nei confronti di chi lo fa.
Parlare di “riconoscimento ecclesiale delle “qualità umane dell’amore sessuale anche al di là del matrimonio e della procreazione“”, è un errore grande quanto una montagna.
Chiedersi poi, sembra da parte di un presbitero, “se
davvero il sacramento del matrimonio possa essere amministrato una sola volta“, è segno che le cose nella Chiesa sono messe male, ma male male male. Pensare di benedire seconde unioni è punto peggio.
La posta in gioco è alta: la Fede della Chiesa e, per dirla con le parole del beato Papa Paolo VI: “Capita che escano dei libri in cui la fede è in ritirata su punti importanti, che gli episcopati tacciano, che non si trovino strani questi libri. … Ciò che mi colpisce, quando considero il mondo cattolico, è che all’interno del cattolicesimo sembra talvolta predominare un pensiero di tipo non cattolico, e può avvenire che questo pensiero non cattolico all’interno del cattolicesimo diventi domani il più forte. Ma esso non rappresenterà mai il pensiero della Chiesa“.

Ogni cattolico, degno di tal nome, in questo mese che ci separa dall’inizio del Sinodo dei Vescovi e -anche durante e dopo di esso- preghi e affidi a Maria vincitrice di tutte le eresie, il buon esito del sinodo, affinchè il “pensiero non cattolico” pur se “diventi domani il più forte“, non possa rappresentare “mai il pensiero della Chiesa“.
La Santissima Vergine Maria, vincitrice e debellatrice di tutte le eresie, interceda presso Dio, Padre Figlio e Spirito Santo, per il Santo Padre Francesco, affinche assistito dallo Spirito Santo e con la necessaria Grazia di stato, abbia le necessarie energie per Reggere e Governare la Santa Chiesa e confermare nella retta Fede i fratelli.

Santa caterina da Siena

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...