Detti dei Padri del Deserto – San Macario il Grande- : “Piangendo l’anziano disse: Guai al giorno in cui l’uomo è nato!”


Il padre Macario raccontò: Camminando nel deserto, trovai il cranio di un morto gettato per terra. Appena lo toccai con il mio bastone di palma il cranio cominciò a parlare.
Gli dico: Chi sei? Il cranio mi rispose: Ero un sacerdote degli idoli dei greci che dimoravano in questo luogo. E tu sei Macario, il pneumatoforo. Quando tu ti impietosisci e preghi per quelli che giacciono nel luogo del castigo, essi ne hanno un pò di consolazione.
Che consolazione e che castigo?, chiede l’anziano.
Gli dice [il cranio] : Quanto dista il cielo dalla terra, altrettanto è il fuoco sotto di noi. Siamo immersi nel fuoco dalla testa ai piedi; e non è possibile guardarsi in faccia, perchè ognuno ha le spalle attaccate alle spalle dell’altro. Ma quando tu preghi per noi, l’uno vede un pò la faccia dell’altro: questa è la consolazione.
Piangendo l’anziano disse: Guai al giorno in cui l’uomo è nato!
E chiese poi: C’è un altro tormento peggiore? Il cranio gli dice: al di sotto di noi c’è un tormento più grande. Dice l’anziano: E chi vi sta? Il cranio rispose: Noi che non conoscevamo Dio abbiamo trovato almeno un poco di misercordia; ma coloro che conoscevano Dio e lo hanno rinnegato e non hanno compiuto la sua volontà sono sotto di noi. L’anziano prese il cranio e lo seppellì.

One thought on “Detti dei Padri del Deserto – San Macario il Grande- : “Piangendo l’anziano disse: Guai al giorno in cui l’uomo è nato!”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...