Beata Madre Teresa di Calcutta: Dai il meglio, sii il meglio

L’uomo è irragionevole, illogico, egocentrico
NON IMPORTA, AMALO
Se fai il bene, ti attribuiranno secondi fini egoistici
NON IMPORTA, FA’ IL BENE
Se realizzi i tuoi obiettivi, troverai falsi amici e veri nemici
NON IMPORTA, REALIZZALI
Il bene che fai verrà domani dimenticato
NON IMPORTA, FA’ IL BENE
L’onestà e la sincerità ti rendono vulnerabile
NON IMPORTA, SII FRANCO E ONESTO
Quello che per anni hai costruito può essere distrutto in un attimo
NON IMPORTA, COSTRUISCI
Se aiuti la gente, se ne risentirà
NON IMPORTA, AIUTALA
Da’ al mondo il meglio di te, e ti prenderanno a calci
NON IMPORTA, DA’ IL MEGLIO DI TE

Leggi tutti gli articoli su Madre Teresa di Calcutta

4 thoughts on “Beata Madre Teresa di Calcutta: Dai il meglio, sii il meglio

  1. Che c’è di male a dire “tanti nostri connazionali cattolici debbano lasciare la maschera della indifferenza, anzi di una indifferenza che oserei definire del tutto cieca”? Non è necessariamente una posizione neocon. Justitia et pax…

  2. Ti sono grato della visita Lycopodium, oltre tutto mi scuso con te per l’altro giorno che ho messo il link alla discussine sul vecchio blog riguardo al pregiudizio. Sinceramente era una cosa a metà strada da parte mia tra la ripicca ed il risentimento.
    Cmq roba vecchi e piccoli steccati come tu giustamente dicevi non possono e debbono dividere coloro che mangiano dello stesso Pane Vivo, e che per questo sono membra di un Unico Corpo che ha un unico Capo.

    Premesso questo che era doveroso, rispondo alla tua: non ne faccio una questione neo- o teo-. Ne facccio una questione di opportunità -e direi nemmeno di giudizio- uqanto di valutazione e percezione di se stessi e degli altri. Trovo difficile spiegarti in breve articolatamente ma, quello che cercavoo di far cogliere è l’esigenza di gradualità nella percezione della verità delle cose e dei fatti. E credo che la prima cosa in questa scala sia l’appartenenza. Ma a cosa maggiormente dovremmo cercare di appartenere? A Cristo ovvio. E un individuo cellula base della società, una famiglia -che è e resta “chiesa domestica” come ricordava Benedetto XVI l’altro giorno- se non si nutrono di quella verità che è il fatto che tutti i giorni si offre il “Pane Vivo”, se non ci si nutre a quella mensa comune per far parte di quel “corpo comune”, si nutrirà ed abbevererà, purtroppo, ad altre fonti che sicuramente non sono pure quanto quella.
    Col rischio di perdersi nell’attivismo, nelle varie bandiere, dei fronti comuni, in giudizi, rimedi e soluzioni umane che potrebbero sommare errore all’errore per terminare magari in un… orrore. Non sia mai questo.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...