S. Barsanufio e Giovanni monaci reclusi: considera chi ti percuote come uno che ti accarezza; chi ti disprezza come uno che ti onora, e chi ti affligge come uno che ti dà riposo


Dalle Lettere di Barsanufio e Giovanni di Gaza: Lettera 68. All’abate Eutimio.

Fratello, come mai, quando vai a conversare con gli altri, tu passi dalla carità e dalla gioia all’esasperazione e al rancore, e rimproveri il prossimo invece che te stesso?
Accusa te stesso e sappi che tutto ciò che ti accade non avviene senza la volontà di Dio, sia il riposo per il rendimento di grazie, sia l’afflizione per la pazienza. Dov’è la parola della Scrittura: Sopportate anche colui che vi colpisce in faccia? Per questo noi siamo lontani da Dio.
Dunque se vuoi imparare la strada, è questa: considerare chi ti percuote come uno che ti accarezza; chi ti disprezza come uno che ti onora, e chi ti affligge come uno che ti dà riposo; e se, per dimenticanza o deliberatamente, non ti daranno ciò a cui sei abituato, non affligerti ma di piuttosto: Se Dio avesse voluto sarebbero venuti.
E quando verranno, accoglili con viso lieto, rallegrati, pensando: Il Signore ha avuto misericordia di me indegno; come Daniele, quando il Signore andò a visitarlo, disse solo questo: Dio. ti sei ricordato di me,  giudicando se stesso indegno. E inoltre smettila di giustificarti, perché ogni volta che apri bocca dici: Ho parlato bene; e per ogni pensiero: Ho pensato bene. Bene, bene, e dov’è questo bene?
Perché non pensiamo piuttosto a non affliggere alcuno né con le parole né con i fatti? E così Dio sarà con noi in ogni cosa. 

4 thoughts on “S. Barsanufio e Giovanni monaci reclusi: considera chi ti percuote come uno che ti accarezza; chi ti disprezza come uno che ti onora, e chi ti affligge come uno che ti dà riposo

  1. Anche i tuoi post, specie qui, sanno dare un altro po’ di pazienza, ancora un’ora che diventa giorno che diventa mese che diventano anni e che ci aiutano a vivere.
    Abbiamo purtroppo perso la facoltà di “ascoltarci” e il senso di solidarietà (quello vero, non le cavolate di oggi). Scusa, sono giù …e si sente! Comunque, grazie, dei tuoi post e del tuo sostegno. Cinzia

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...